Halloween o Samhain?

Esperienza teatrale

Halloween o Samhain? Alla riscoperta del mito e dei nostri antenati.

Halloween è una rivisitazione di un’antica festività di origine celtica, Samhain, celebrata la sera del 31 ottobre, e che oggi ha assunto le forme con cui la festeggiamo: maschere e dolcetti. In antichità era però un passaggio importante dell’anno celebrato con grande rispetto della Natura e degli Antenati.

Quest’anno ci prepareremo a festeggiare Halloween/ Samhain con un laboratorio teatrale e sperimentale in 5 incontri lasciandoci ispirare dal mito di Epona, la dea celtica dei cavalli.

Per partecipare basta avere voglia di farsi contaminare, giocare con la propria immaginazione e lasciarsi portare dal mito. Il laboratorio è aperto a tutti: adulti e bambini di età superiore ai 13 anni.

Alla fine del percorso, il pomeriggio del 31 ottobre verrà realizzata una restituzione del lavoro aperta al pubblico e a quanti voglio concedersi un pomeriggio di magia.

Date ciclo 5 incontri di formazione:

Sabato 29 settembre orario 14.30 – 17.30

Sabato 6 ottobre orario 14.30 – 17.30

Sabato 13 ottobre orario 14.30 – 17.30

Sabato 20 ottobre orario 14.30 – 17.30

Sabato 27 ottobre orario 14.30 – 17.30

Quota di partecipazione 90,00 euro

L’importanza di Samhain

Tradizionalmente i Celti dividevano l’anno in due parti: l’inverno detto geimhredh (il cui inizio o capodanno era segnato dalla festa di Samhain) e l’estate, detta samradh (di cui l’inizio era segnato da Beltane). I Celti erano influenzati principalmente dai cicli lunari e delle stelle che segnavano lo scorrere dell’anno agricolo, che iniziava appunto con Samhain (in novembre), alla fine dei raccolti, quando il terreno veniva preparato per l’inverno.

In questa dimensione circolare-ciclica del tempo Samhain si trovava in un punto fuori dalla dimensione temporale che non apparteneva né all’anno vecchio e neppure al nuovo; in quel momento, il velo che divideva la terra dei vivi con quella degli antenati si assottigliava, e i due regni potevano comunicare.

Prepariamoci ad Halloween /Samhain

Incontro per adulti e bambini (di età superiore ai 7 anni) per realizzare la propria lanterna per camminare nel bosco e il proprio amuleto magico per varcare protetti le porte del mistero e comunicare con gli antenati il giorno in cui andremo a festeggiare Samhain tutti insieme nella bella cornice dell’Enrosadira Horse Park.

Date 27 ottobre e 31 ottobre

Il 27 ottobre vuole essere un laboratorio pre Halloween, per preparare la lanterna, il sacchetto per i dolcetti e un amuleto al di fuori del comune, divertirsi insieme ad allestire il fienile!

Il 31 ottobre si festeggia la festa con la possibilità di assistere ad un vero e proprio spettacolo teatrale!

Quota per entrambre le date 30,00 euro

Quota per una data 20,00

A cura di Visal

Il battesimo della terra e del cavallo

AUTUNNO ENROSADIRA 2018

KIDS EXPERIENCE HORSE:

Un percorso di crescita introduttivo verso “Stai con me, cresci con me”

Rivolto ai bambini dai 3 anni ai 14 anni
con attività diversificate per fasce di età

A partire da metà settembre a fine novembre suddiviso in 10 incontri formativi di crescita esperienziale.

Durata di mezza giornata a 20,00 euro a partecipante
Durata giornata intera a 35,00 euro a partecipante con pranzo al sacco

Orario dalle ore 10.00 alle ore 17.00

La prima parte sarà svolta interamente da terra per poi arrivare a un vero e proprio approccio alla sella senza l’uso di mezzi coercitivi come frustini e imboccature, per ricercare una relazione costruita sul rispetto verso l’animale, senza sottomissione e comando ma vissuto con leggerezza e equilibrio mentale.
Programma e date:

Sabato 22 settembre: Verso il contatto con la terra per percepire essa come un cavallo “il battesimo della terra e del cavallo;

Partiamo dalla terra per poi risalire fino a lassù, oltre le nuvole, per imparare a volare insieme al nostro amico cavallo.

Tocca la terra per percepirla come solo lui la può sentire, per perdersi nei suoi profumi, per raccogliere la sua energia, per crescere e migliorare.

Possibilità di proseguire con il percorso di crescita intensivo “Stai con me, cresci con me” dove esiste la possibilità di scegliere un cavallo all’interno del branco con il quale crescere attraverso esperienze formative sia da terra che dalla sella, per arrivare a trovare la piena autonomia della gestione dell’animale partendo dal miglioramento di noi stessi.

Presso:

Enrosadira Horse Park

Via Campo di Sopra 21

Cortina d’Ampezzo Belluno

per info: 3471501718

e-mail agrienrosadira@gmail.com

Alessia Pompanin

A PORTE APERTE

A PORTE APERTE
Domenica 9 settembre dalle ore 15 ’00 alle ore 19’00

L’Enrosadira Horse Park “apre le porte” per un incontro informativo sul programma autunno inverno.
Potrete chiedere informazioni sulla nascita dell’Asilo nel Bosco e programma, che comincia sabato mattina 15 settembre .
Parleremo del percorso rivolto ai bambini dai 7 anni in poi e ragazzi Kids Experience Horse, che prevede esperienze formative con i cavalli sia da terra che dalla sella e che inizia sabato 15 settembre pomeriggio.
Vi racconteremo cosa abbiamo fatto durante l’estate insieme ai cavalli e inoltre vi verrà anche illustrato il weekend formativo rivolto agli over 18.

In preparazione anche un percorso di crescita pensato per i genitori, per ritrovarsi e lasciarsi andare un po!
Vi sarà data anche la possibilità di fare qualche esperienza con noi e i cavalli dell’Enrosadira a titolo gratuito!
Vi aspettiamo domenica pomeriggio!

L’isola che non c’è

L’ Isola che non c’è.

 

Salpo con in saccoccia fretta, ansia, desiderio, aspettative e voglia di scappare dalla quotidianità, pronta a inseguire un’ideale di perfezione: meta l’Isola che non c’è. Ritorniamo a montare a cavallo!

Navigo alla spasmodica ricerca di stimoli, della felicità, del nuovo, paura di arenarsi nel quotidiano. Certo allettante e ricco di promesse e adrenalina ma altrettanto dispersivo e deteriorante, io cambio rotta!

Traccio nuove coordinate, si lavora da terra e inizio un gioco di trasformismo: cosa potrebbe succedere se, invece, provassi a pormi dal punto di vista di un cavallo? Se lasciassi emergere il cavallo che c’è in me?

 

Stupore!

 

Inizio a sperimentare cosa significa essere nell’esperienza con tutto il corpo, abbandonare per qualche istante l’ossessiva ricerca della mente di processare gli accadimenti e lasciare spazio alla curiosità nel piacere di riscoperta del quotidiano e di quello che mi sta attorno.

Primo requisito: la lentezza. Poi attenzione al dettaglio, comprensione del contesto, non dare mai nulla di scontato. E si procede passo dopo passo.

Spesso cammino a piedi nudi e ieri in una delle tante passeggiate nel pascolo dell’Enrosadira Horse Park alla ricerca di muschi, foglie, fiori, pigne e licheni per preparare una mia piccola wunderkammer elfica incontro Elska – la dolce cavalla bianca schiva che in questi mesi ho imparato a conoscere senza mai avvicinarmi troppo perché ha dimostrato di non aver piacere di un contatto con me o altri essere umani – , mi guarda dall’alto di una roccia.

Proseguo in direzione del bosco dove so di trovare delle pigne che mi servono attenta a scegliere bene dove mettere i piedi perché c’è fango, si scivola e ci sono dei sassetti fastidiosi che fanno un poco male ai piedi. Intanto una poiana sta volteggiando in cielo. Gli uccellini cinguettano e da lontano giunge il rumore delle macchine sulla strada. Elska incuriosita da qualcosa scende dal masso mi oltrepassa e si mette a brucare poco distante. Ci possiamo percepire ma ogni una sta vivendo il proprio spazio e tempo, eppure siamo insieme.

 

Incredibile che gioia!

 

Finito di raccogliere quello che mi serve prendo la via del ritorno facendo sempre attenzione ai miei passi e guardandomi intorno felice di respirare l’aria fresca. Sto facendo un inspiro a pieni polmoni e sento uno scalpiccio alle mie spalle, mi volto: Elska che mi ha raggiunta. Delicatamente con il muso si appoggia al mio braccio, mi annusa, si gratta. Il contatto è caldo e intenso tanto che mi cadono gli oggetti che avevo raccolto che diventano subito per Elska una cosa da esplorare e mangiare visto che avevo racconto fiori di trifoglio. Sorrido, raccolgo quello che è sopravvissuto all’esplorazione di Elska con lei che mi guarda e mi allontano verso il fienile raccogliendo dal prato nuovi fiori.

Gli attimi di magia e incanto sono brevi ma davvero ricchi, coinvolgenti di tutto l’essere e intensi da lasciarmi estasiata. Un dettaglio forse ai più scontato, così sfuggevole e pregno di significato che coglierlo mi sarebbe stato impossibile se fossi stata ancora alla ricerca dell’Isola che non c’è.

 

 

Ciascun essere vivente è distinto e diverso.

Ma se solleviamo il velo della diversità, noi vediamo l’unità di tutti gli esseri.

(da Shvetashvatara Upanishad)

 

Visal

IL GIORNALINO DELL’ENROSADIRA

10 giorni intensi di attività sono nuovamente passate, agosto è finito e siamo ai primi di settembre, con le sue piogge di bassa quota e qualche leggera imbiancata a quote più alte, come a voler ricordare che l’autunno è alle porte e l’inverno fa già capolino…

In una bella mattina di sole i bambini e ragazzi hanno creato un meraviglioso villaggio elfico, con quello che il bosco mette a nostra disposizione, e così facendo è nato un fuoco e una casa….con un boschetto nelle vicinanze e un giardino fiorito

 

Le mani…le loro mani…….calma e pazienza

img-20180818-wa0011-1445436110.jpg

Anche questo può rivelarsi un momento interessante di condivisione con i cavalli, in maniera indiretta ma la natura curiosa di questo animale fa sì che in un modo o nell’altro, prima o poi un leggera annusatina la voglia anche dare….

 

Colori e mani………colori e sassi…colori e terra   coloriamo le nostre emozioni e diamoli una forma

img-20180821-wa0012-343714707.jpg

 

“Barefoot” a piedi nudi come i cavalli, per percepire al meglio la terra come solo loro la possono sentire, per entrare sempre di più nel loro meraviglioso mondo.

 

Noi stiamo preparando l’autunno, una stagione stupenda, vi aspettiamo!!!!!

Questo slideshow richiede JavaScript.