Archivi tag: bosco

31 ottobre HALLOWEEN “A CACCIA DI…?”Evento annullato!!!!!!

Sabato 31 ottobre festeggiamo HALLOWEEN dalle ore 16.00 alle ore 19.00!

IMPORTANTE !!!!!    EVENTO ANNULLATO CAUSA MALTEMPO

Per chi non ha partecipato al laboratorio del 27 ottobre, sarà ancora possibile realizzare insieme le lanterne, l’amuleto magico e personalizzare i sacchetti per i dolcetti, rivolto ai bimbi dai 4 ai 7 anni, i genitori sono invitati a partecipare e divertirsi  insieme ai loro piccoli.

Programma:

  • Ascolteremo una storia sul mondo fatato delle nostre dolomiti….”Il giardino delle rose perduto…..” tra realtà e fantasia.
  • pozione magica per ringraziare il bosco e i suoi abitanti dei doni che stiamo andando a ricevere.
  • “A cacca di…?” insieme ai Spiritelli del Bosco
  • Merenda

img-20181022-wa0002540488940.jpg

Quota di partecipazione a bambino 20,00 euro, i Genitori non pagano.

Presso

Enrosdira Horse Park

Via Campo di Sopra 21

Cortina d’Ampezzo

Per info e costi chiamare Alessia 3471501718 oppure invia una e_mail al agrienrosadira@gmail.com

Vi aspettiamo numerosi!!!

A PORTE APERTE

A PORTE APERTE
Domenica 9 settembre dalle ore 15 ’00 alle ore 19’00

L’Enrosadira Horse Park “apre le porte” per un incontro informativo sul programma autunno inverno.
Potrete chiedere informazioni sulla nascita dell’Asilo nel Bosco e programma, che comincia sabato mattina 15 settembre .
Parleremo del percorso rivolto ai bambini dai 7 anni in poi e ragazzi Kids Experience Horse, che prevede esperienze formative con i cavalli sia da terra che dalla sella e che inizia sabato 15 settembre pomeriggio.
Vi racconteremo cosa abbiamo fatto durante l’estate insieme ai cavalli e inoltre vi verrà anche illustrato il weekend formativo rivolto agli over 18.

In preparazione anche un percorso di crescita pensato per i genitori, per ritrovarsi e lasciarsi andare un po!
Vi sarà data anche la possibilità di fare qualche esperienza con noi e i cavalli dell’Enrosadira a titolo gratuito!
Vi aspettiamo domenica pomeriggio!

L’isola che non c’è

L’ Isola che non c’è.

 

Salpo con in saccoccia fretta, ansia, desiderio, aspettative e voglia di scappare dalla quotidianità, pronta a inseguire un’ideale di perfezione: meta l’Isola che non c’è. Ritorniamo a montare a cavallo!

Navigo alla spasmodica ricerca di stimoli, della felicità, del nuovo, paura di arenarsi nel quotidiano. Certo allettante e ricco di promesse e adrenalina ma altrettanto dispersivo e deteriorante, io cambio rotta!

Traccio nuove coordinate, si lavora da terra e inizio un gioco di trasformismo: cosa potrebbe succedere se, invece, provassi a pormi dal punto di vista di un cavallo? Se lasciassi emergere il cavallo che c’è in me?

 

Stupore!

 

Inizio a sperimentare cosa significa essere nell’esperienza con tutto il corpo, abbandonare per qualche istante l’ossessiva ricerca della mente di processare gli accadimenti e lasciare spazio alla curiosità nel piacere di riscoperta del quotidiano e di quello che mi sta attorno.

Primo requisito: la lentezza. Poi attenzione al dettaglio, comprensione del contesto, non dare mai nulla di scontato. E si procede passo dopo passo.

Spesso cammino a piedi nudi e ieri in una delle tante passeggiate nel pascolo dell’Enrosadira Horse Park alla ricerca di muschi, foglie, fiori, pigne e licheni per preparare una mia piccola wunderkammer elfica incontro Elska – la dolce cavalla bianca schiva che in questi mesi ho imparato a conoscere senza mai avvicinarmi troppo perché ha dimostrato di non aver piacere di un contatto con me o altri essere umani – , mi guarda dall’alto di una roccia.

Proseguo in direzione del bosco dove so di trovare delle pigne che mi servono attenta a scegliere bene dove mettere i piedi perché c’è fango, si scivola e ci sono dei sassetti fastidiosi che fanno un poco male ai piedi. Intanto una poiana sta volteggiando in cielo. Gli uccellini cinguettano e da lontano giunge il rumore delle macchine sulla strada. Elska incuriosita da qualcosa scende dal masso mi oltrepassa e si mette a brucare poco distante. Ci possiamo percepire ma ogni una sta vivendo il proprio spazio e tempo, eppure siamo insieme.

 

Incredibile che gioia!

 

Finito di raccogliere quello che mi serve prendo la via del ritorno facendo sempre attenzione ai miei passi e guardandomi intorno felice di respirare l’aria fresca. Sto facendo un inspiro a pieni polmoni e sento uno scalpiccio alle mie spalle, mi volto: Elska che mi ha raggiunta. Delicatamente con il muso si appoggia al mio braccio, mi annusa, si gratta. Il contatto è caldo e intenso tanto che mi cadono gli oggetti che avevo raccolto che diventano subito per Elska una cosa da esplorare e mangiare visto che avevo racconto fiori di trifoglio. Sorrido, raccolgo quello che è sopravvissuto all’esplorazione di Elska con lei che mi guarda e mi allontano verso il fienile raccogliendo dal prato nuovi fiori.

Gli attimi di magia e incanto sono brevi ma davvero ricchi, coinvolgenti di tutto l’essere e intensi da lasciarmi estasiata. Un dettaglio forse ai più scontato, così sfuggevole e pregno di significato che coglierlo mi sarebbe stato impossibile se fossi stata ancora alla ricerca dell’Isola che non c’è.

 

 

Ciascun essere vivente è distinto e diverso.

Ma se solleviamo il velo della diversità, noi vediamo l’unità di tutti gli esseri.

(da Shvetashvatara Upanishad)

 

Visal

IL GIORNALINO DELL’ENROSADIRA

10 giorni intensi di attività sono nuovamente passate, agosto è finito e siamo ai primi di settembre, con le sue piogge di bassa quota e qualche leggera imbiancata a quote più alte, come a voler ricordare che l’autunno è alle porte e l’inverno fa già capolino…

In una bella mattina di sole i bambini e ragazzi hanno creato un meraviglioso villaggio elfico, con quello che il bosco mette a nostra disposizione, e così facendo è nato un fuoco e una casa….con un boschetto nelle vicinanze e un giardino fiorito

 

Le mani…le loro mani…….calma e pazienza

img-20180818-wa0011-1445436110.jpg

Anche questo può rivelarsi un momento interessante di condivisione con i cavalli, in maniera indiretta ma la natura curiosa di questo animale fa sì che in un modo o nell’altro, prima o poi un leggera annusatina la voglia anche dare….

 

Colori e mani………colori e sassi…colori e terra   coloriamo le nostre emozioni e diamoli una forma

img-20180821-wa0012-343714707.jpg

 

“Barefoot” a piedi nudi come i cavalli, per percepire al meglio la terra come solo loro la possono sentire, per entrare sempre di più nel loro meraviglioso mondo.

 

Noi stiamo preparando l’autunno, una stagione stupenda, vi aspettiamo!!!!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

FANTACAVALLO

Enrosadira Horse Park
“FANTACAVALLO”

Dal 30 luglio al 3 agosto
Dalle ore 9 alle ore 12.00
Quota di partecipazione: singola attività 20,00€
Quota settimanale 90,00€

Programma:

Lunedì: Ma perché il cavallo fa così?
Sfatiamo insieme i falsi miti, ma è vero che il cavallo dorme in piedi? Ma quanto mangia un cavallo? Troveremo le risposte insieme!

Martedì: Laboratorio di fantasia con ” Il Bastone Parlante”, seduti in cerchio andremo ad inventare una fiaba prendendo spunti dai cavalli e il territorio in cui vivono!

Mercoledì: “Sherlock Holmes Naturalistico”, aguzza la vista e risolvi l’enigma! Dove sono andati i cavalli? Come si chiama quell’albero? Cosa succede nel sottosuolo? E i cavalli, cosa amano del bosco?Andiamo a caccia di impronte, fiori e alberi, creiamo un erbolario insieme!

Giovedì: “Il piccolo popolo” chi vive nell’albero? Chi si prende cura degli animali selvatici? Chi sorveglia nella lunga notte il branco dei cavalli? Scopriamolo insieme!

Venerdì: Giochi di un tempo insieme ai nostri amici cavalli 1 2 3 stella, fuoco fuochino e molto altro!

Enrosadira Cavalli islandesi
Via Campo di Sopra 21
Cortina d’Ampezzo
Belluno
Per info:Alessia
cell. 3471501718
e-mail: agrienrosadira@gmail.com

Kids&Horse Park 3/6 anni

La scelta di oggi, facciamo una casa con i cartoni o con il fieno?

Con il fieno!!!!

E poi una uscita di ricognizione del territorio, sulle tracce degli animali, alla ricerca di tesori che può offrire la natura, foglie e pigne, rami e ossa, per scoprire nuove vie di esplorazione.

” Guarda che bello questo albero, sembrano i suoi piedi”

“Senti che profumo, è il bosco, annusa”

Due bimbi di 5 anni.